Programma poliennale di pubblicazione

La Rivista di Servizio Sociale, da oltre 45 anni, è un punto di riferimento ed aggiornamento di tutti gli operatori sociali e sanitari e apportare il contributo degli operatori al progressivo riassetto dei servizi alla persona nel nostro Paese. Ed anche promuovere ed arricchire il processo di identificazione degli operatori nei propri ruoli professionali e creare uno scambio di esperienze attraverso l’apporto di esperienze, elaborazioni teoriche, contributi inviati dai lettori.

La Rivista di Servizio Sociale, organo dell’Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali, intende, nei prossimi anni, continuare a porsi quale spazio di confronto e di riflessione (attraverso la pubblicazione di articoli, ricerche e comunicazioni) per operatori sociali e studiosi delle scienze sociali , con un attenzione maggiore per i temi più attuali, quali la riforma e il futuro del Welfare State, la formazione degli adulti e l’aggiornamento professionale, il riassetto organizzativo – in termini di rapporto con l’utente/cliente, di valutazione della qualità, etc. – dei sistema dei servizi sociali e sanitari, la prevenzione e la risposta alle condizioni di disagio socio-culturale e biopsichico.

La Rivista persegue l’intento di registrare i cambiamenti e le novità più importanti nel settore dei servizi sociali e sanitari, anche attraverso la pubblicazioni di inserti che riguardano tematiche specifiche nella parte dei documenti e di progetti sperimentali e innovativi, anche transnazionali, che riguardano il mondo della formazione professionale e le politiche sociali.

La Rivista intende mantenere una finestra aperta sulle problematiche sociali, offrendo, attraverso l’esperienza di quanti operano sul campo, un contributo concreto di analisi e approfondimento. Soprattutto, la Rivista vuole così proseguire su quella linea editoriale intrapresa già dalla sua fondazione – nel 1960 – cioè la diretta partecipazione dei suoi lettori, che inviando documentazioni, resoconti di esperienza, elaborazioni teoriche – contribuiscono a delineare il contenuto stesso, facendone un’utile strumento nel campo delle scienze sociali.