Editoriale

Achille Ardigò, una vita per un nuovo welfare 

Il 10 settembre si è spento all'età di 87 anni Achille Ardigò. Intellettuale brillante e profondo, ha insegnato sociologia all'Università di Bologna ed è stato presidente dell'Associazione Italiana di Sociologia. Nel corso della sua lunga attività ha collaborato anche con l'ISTISSS. Teorico della “autonomia sociale”, si dedicò al terzo settore, al rapporto ente pubblico-privati, al decentramento amministrativo. Per Ardigò bisognava ridefinire il rapporto tra oggettivo e soggettivo, tra stato e persona. Egli ravvisava proprio in esso la causa della “crisi della governabilità”. Propose quindi una nuova idea di welfare state centrato sulle esigenze della persona. In “Famiglia, solidarietà e nuovo welfare”, uno dei suoi ultimi lavori, Ardigò continua a delineare i contorni di un nuovo stato sociale evidenziando l'importanza dell'utilizzo delle nuove tecnologie (e-care). Fu anche politico, fu democristiano, consigliere comunale con Dossetti a Bologna. Scrisse il programma per le elezioni del 1956, quello ricordato come il “Libro bianco per Bologna”, un documento dal contenuto fortemente innovativo, ancora oggi attuale. 

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.