Mobilitazione urgente

Di fronte al pericoloso attacco tentato dal Governo nei confronti delle già esigue risorse a disposizione dello Stato Sociale, la FAIP si unisce alla mobilitazione promossa dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell'handicap) e che ci vedrà protagonisti già a partire dai giorni a venire.

Più che mai è urgente condividere con tutte le realtà associative le proposte di intervento coordinate con il calendario degli appuntamenti di Governo dei prossimi giorni.

– questa settimana vedrà una discussione generale della commissione bilancio del Senato; la presentazione degli emendamenti scade lunedì 29 agosto; la prossima settimana, quindi, è dedicata alla discussione degli emendamenti in commissione e verso la fine della settimana la manovra dovrebbe approdare in Aula e, subito prima o subito dopo il fine settimana, sarà presentato il maxi emendamento del Governo; lunedì 5 settembre è prevista la chiusura, il voto finale del Senato. Da metà della prossima settimana, quindi, dovremmo organizzare il presidio davanti al Senato di 24 ore al giorno, fino a che il pericolo degli immensi tagli ai comuni, alle agevolazioni fiscali o agli emolumenti dell'invalidità civile non siano scongiurati, oppure, in alternativa, fino alla definitiva approvazione, ingrossando e fila per una maggiore protesta proprio il giorno dell'approvazione. Per far ciò, è necessario una immediata conferma delle disponibilità dei Vostri gruppi romani al presidio, sulle 24 ore per almeno 10 giorni. Inoltre è indispensabile dotarsi di un camper accessibile. Accompagneremo il presidio con costanti comunicati stampa su ogni singolo accadimento, con una raccolta di firme fra i Parlamentari per l'abrogazione degli articoli che comportano i tagli alle politiche sociali che ci riguardano, e con la raccolta di storie da inviare alla stampa. Il primo atto sarà di inviare un documento con gli emendamenti da noi proposti a tutte le forze politiche rappresentate in Senato;

– l'inizio della discussione della proposta di Legge di riforma fiscale ed assistenziale, è prevista per il 10 settembre alla Camera, quindi, subito dopo l'approvazione definitiva della manovra in questo ramo del Parlamento. Dato che il suddetto disegno di Legge è quello su cui si potrebbe accanire il Governo e la maggioranza, e dato che, le nostre forze saranno più complete in quel periodo, cercheremo di sparare tutte le nostre cartucce a partire dal 10 settembre: presidio davanti alla Camera, occupazione del Ministero delle Politiche Sociali, pubblicazione di un appello acquistando pagine di giornali. Abbiamo quindi un margine di tempo superiore per poter organizzare questa seconda parte della nostra iniziativa. Durante la discussione, si dovrebbe poter convocare gli Stati Generali della disabilità come iniziativa pubblica nella quale convocare maggioranza ed opposizione che staranno discutendo quel provvedimento.

Questa strategia e queste modalità saranno condivise con iniziative analoghe che nostre o altre associazioni stanno organizzando, o organizzeranno, in altri territori.

Vi è la necessità, sostenuta da molti, di fare una battaglia comune con altre realtà associative. In merito si osserva che: 
– l'iniziativa del 23 giugno ha visto una scarsissima partecipazione di altre associazioni;

– il 30 agosto si terrà la prima riunione del Coordinamento del Forum del Terzo Settore;

– non abbiamo notizie dalla campagna "I diritti alzano la voce".

Per tanto l'iniziativa sarà assunta dalla FISH e dalla FAND, anzitutto perché i tagli si accaniscono sulle persone con disabilità e sulle loro famiglie. In secondo luogo le ragioni sopra esposte, ci rivelano di organizzazioni sociali del non profit che non percepiscono la drammaticità della situazione. Chiederemo loro di partecipare.

In attesa delle vostre disponibilità per il presidio.

Il Presidente Federale

Avv. Vincenzo Falabella

 
Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.