Newsletter UNAR N.1

 
L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.

Inforom #1

OGGI

LA SALUTE DIPENDE  

Uno studio appena pubblicato dalla rivista Epidemiologia‹ Prevenzione raccoglie i dati raccolti tra il 2009 e il 2010 dai volontari del Naga di Milano sulla salute dei cittadini rom e sinti. Nei due anni il Naga ha visitato 1.142 persone – circa la metà delle persone rom presenti a Milano secondo le stime ufficiali – quasi tutte provenienti dalla Romania e abitanti in 14 aree dismesse e campi non autorizzati (a eccezione di un'unica area comunale). "Le condizioni abitative, il minor tasso di scolarità e di occupazione rispetto alla popolazione italiana e le difficoltà di accesso ai servizi sanitari sono potenziali fattori di rischio per la salute delle persone rom che abitano nei campi irregolari di Milano – hanno precisato i volontari – le risorse di cui disponiamo sull'unità mobile e gli sgomberi incessanti a cui sono sottoposte queste persone non ci consentono di seguire nel tempo alcune malattie ma i dati raccolti hanno mostrato una fotografia inedita delle condizioni di vita della popolazione rom a Milano", perfino più drammatica di quanto si pensasse. "E’ evidente – ha concluso il Naga – che i continui sgomberi hanno avuto il solo risultato di peggiorare le condizioni abitative di queste persone, aumentandone i rischi per la salute."
Tel. 02.58102599 – 349.1603305
naga@naga.it

DIRITTI

Il 16 gennaio l’Associazione 21 luglio, che si occupa di difesa dei diritti dell’infanzia, in particolare dei bambini rom e sinti, ha annunciato di aver messo a punto un memorandum per il Comitato per l’eliminazione della discriminazione razziale dell’Onu che ne discuterà in marzo. Dalle anticipazioni, emergono molte e gravi violazioni della normativa nazionale, internazionale e dei diritti fondamentali di rom e sinti da parte delle autorità nelle procedure di richiesta di protezione internazionale e nella raccolta di rilievi dattiloscopici e fotografici a Roma. In particolare, le denunce riguardano la raccolta di rilievi su base “etnica”, il fatto che a fronte di oltre 5 mila identificazioni, siano stati rilasciati solo 119 permessi di soggiorno per motivi umanitari e che le identificazioni abbiano riguardato anche minori di 14 anni. Infine, l’Associazione ha annunciato di aver presentato richiesta di chiusura dello sportello specifico della questura e la cancellazione di tutti i dati raccolti in base alla dichiarazione dello stato di emergenza, ora decaduta su sentenza del Consiglio di stato. Infine, la stessa associazione ha promosso una azione penale nei confronti del prefetto/ex commissario straordinario per l’emergenza e la richiesta di risarcimento per coloro che sono stati fotosegnalati.
http://www.21luglio.com/

SCUOLA

Una scuola in Slovacchia è stata condannata dal tribunale per aver segregato bambini Rom. Il direttore della scuola elementare si è difeso sostenendo che lo ha fatto per “aiutare l'inclusione sociale”. In realtà, la segregazione nelle scuole della Slovacchia è una procedura sempre più diffusa anche se nella scuola su 430 bambini, la metà sono rom. A detta del direttore, “i bambini degli insediamenti non parlano slovacco, la loro igiene di base è scarsa e ricevono poche attenzioni dai loro genitori In una classe mista sarebbero destinati al fallimento". La decisione della corte è arrivata dopo anni di campagne condotte da organizzazioni dei diritti umani contro la discriminazione dei bambini rom nelle scuole di tutta l'Europa centrale. Rapporti di Amnesty International e altre organizzazioni hanno sottolineato la segregazione sistematica diffusa nelle scuole in Slovacchia e nella Repubblica ceca e hanno denunciato come molti bambini rom siano stati collocati in scuole per disabili fisici e mentali. Uno studio della Fondazione Open Society notato che i bambini della comunità rom in Slovacchia e Repubblica Ceca sono stati rispettivamente 28 e 27 volte più probabilità di essere inseriti in scuole speciali rispetto a tutti gli altri studenti.
http://ipsnoticias.net/nota.asp?idnews=99964

APPUNTAMENTI

BOLZANO  

Martedì 24 gennaio a Bolzano, la Federazione Rom e Sinti insieme e l’Associazione Nevo Drom organizzano una giornata dal titolo “Oltre i pregiudizi”. Alle 18, discussione a più voci su “Che razza di idee. Superare i pregiudizi per combattere la discriminazione” con la partecipazione del direttore generale dell’Unar Massimiliano Monnanni”. Viale Druso, 1 Bolzano
http://comitatoromsinti.blogspot.com/2012/01/lassociazione.html

MEMORIA  

In occasione del giorno della memoria, in molti comuni d’Italia si celebra il “Porrajmos”, con incontri pubblici per ricordare la persecuzione e lo sterminio nazista di Rom e Sinti. La parola, di cui pochi sanno in significato, nelle lingue sinte e rom definisce il “divoramento” subito dal 1934 al 1945. Cinquecentomila uomini, donne e bambini sterminati nelle camere a gas e nei forni crematori. Nei processi ai nazisti che seguirono la liberazione, primo tra tutti quello di Norimberga, Rom e Sinti non ebbero spazio. 
 

LE BREVI  

Milano
Da una indagine del Naga in 13 campi a Milano emerge che un terzo delle donne visitate, sopra i 14 anni, ha avuto un'interruzione di gravidanza (volontaria o spontanea). Su 216 solo 17 (8%) fa uso di contraccettivi e il numero medio di figli per donna è di 2,8.
http://www.naga.it/ 

Cagliari
Il Tribunale di Cagliari ha assolto Flaminio Mainas che nel 2006 coordinò la bonifica del campo rom di via del Commercio a Cagliari. Denunciato per aver creato una discarica abusiva nel terreno vicino e aver tentato di smaltire senza autorizzazione. Avevano pulito da cima a fondo il campo rom, ma il volontario della Caritas che aveva coordinato i lavori di bonifica si era ritrovato con una denuncia dei carabinieri che lo accusavano di aver creato una discarica abusiva. Dopo sei anni, l'assoluzione perché il fatto non sussiste.
http://www.redattoresociale.it/ 

Servizio civile
L’ Associazione studi giuridici sull’immigrazione e Avvocati per niente onlus hanno presentato una proposta per il servizio civile di 18 mila ragazzi stranieri a partire dal prossimo bando. Le associazioni che hanno promosso il ricorso sottolineano che il Tribunale di Milano, "interpretando correttamente la legge alla luce delle norme costituzionali e internazionali, ha ritenuto che non consentano l’esclusione degli stranieri dalle selezioni al Servizio Civile, affermando l'illegittimità della disparità di trattamento sulla base della cittadinanza. Il giudice, in base alla legge, non poteva, quindi, che assumere tutti i provvedimenti necessari per ripristinare al più presto la parità di trattamento violata".
http://www.avvocatiperniente.it/ 

Bambini
C’è bisogno di un’istituzione italiana che si occupi dei richiedenti asilo minori non accompagnati, perché non c’è ad oggi un’istituzione che se ne occupi”. Lo ha detto Laura Boldrini, portavoce in Italia dell'Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unhcr) aggiungendo che “in questi anni ho partecipato a troppi funerali di bambini afgani morti sulle strade italiane, spiaccicati sull’asfalto, perché aggrappati al semiasse dei Tir. Ma non è un fenomeno solo italiano, fa un giro enorme e arriva in Europa”.
http://www.unhcr.it/ 

Casa
Bando Generale per l'assegnazione degli alloggi sociali. Torino ha indetto il VI bando generale per l'assegnazione degli alloggi sociali presenti sul territorio cittadino. Le domande di partecipazione potranno essere presentate dal giorno 23 gennaio 2012 al 6 aprile 2012. Tra i requisiti richiesti: "essere residente o prestare attività lavorativa da almeno tre anni a Torino".
http://www.comune.torino.it/stranieri-nomadi 

Cittadinanza
C’è tempo fino alla metà di febbraio per firmare “L’Italia sono anch’io” a sostegno dei due progetti di legge di iniziativa popolare sui diritti di cittadinanza e il diritto di voto alle elezioni amministrative per le persone di origine straniera. A metà febbraio terminerà la campagna di raccolta firme e mancano ormai poche migliaia di firme al raggiungimento delle 50.000 necessarie per procedere al loro deposito in Parlamento, con la consegna al Presidente della Camera. La Campagna è promossa da Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo Brutta Storia, Rete G2 – Seconde Generazioni…
http://www.cronachediordinariorazzismo.org/ 

Vicenza
Il Tribunale di Vicenza ha respinto il reclamo del Comune di Montecchio Maggiore contro l’ordinanza del giudice (31 maggio 2011) che aveva accolto il ricorso/azione giudiziaria anti-discriminazione inoltrata da sei cittadini stranieri e da Cgil, Cisl e Uil di Vicenza, con il sostegno dei legali dell'ASGI, contro le delibere del Comune (n. 233 dd. 6 luglio 2009 e n. 347 dd. 8 dicembre 2009) con le quali erano stati sensibilmente innalzati i parametri utilizzati per il rilascio del certificato di idoneità abitativa ai cittadini stranieri. La delibera del Comune aveva inoltre arbitrariamente disposto il divieto di ospitare alcun soggetto straniero allorchè il numero delle persone presenti nell'abitazione sarebbe divenuto superiore a quello indicato nel certificato di idoneità dell'alloggio. A seguito dell’ordinanza, l'Amministrazione comunale aveva disposto una serie di controlli a tappeto, effettuati di sera o di primo mattino, su circa 200 persone nei loro appartamenti.
http://www.asgi.it/home_asgi.php?n=1309&l=it 

UNAR
L’Unar, divenuto a novembre Punto di Contatto Nazionale (PCN) per le strategie di integrazione dei Rom fino al 2020, con il compito di elaborare nei termini stabiliti uno schema di piano strategico di interventi da sottoporre all’attenzione della Commissione europea, ha messo a punto una strategia di concertazione con le rappresentanze nazionali delle comunità Rom e Sinte e con le associazioni che operano per la tutela dei diritti fondamentali di questa popolazione Gli organismi interessati dovranno formalizzare la propria disponibilità entro il 31 gennaio 2012. Per maggiori informazioni, Punto di contatto rom
http://www.unar.it/



 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 La Rivista di servizio sociale
www.rivistadiserviziosociale.it/

 
Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.