Newsletter UNAR N.11

L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.

Se vuoi essere eliminato da questa lista d'invio rispondi a questa e-mail chiedendo di essere rimosso 

Inforom #11

INDAGINE NAZIONALE ALLA TRIENNALE DI MILANO

E’ stata presentata nei giorni scorsi alla Triennale di Milano la prima indagine nazionale su rom e sinti, scaturita dal progetto europeo “EU inclusive” realizzato da Fondazione Casa della carità per l’Italia in partnership con Soros foundation Romania, Fundaciòn segretariado gitano in Spagna e Open society institute Sofia in Bulgaria. La ricerca italiana, condotta su 1.668 persone, è stata realizzata in collaborazione con l'Aaster di Aldo Bonomi. L'11 luglio, a Bucarest, si terrà la conferenza internazionale che concluderà ufficialmente l'intero progetto “EU Inclusive”. La ricerca mostra come rom e sinti siano venuti in Italia per lavorare e migliorare la propria condizione, smentendo il luogo comune che vede rom e sinti come nomadi per cultura, come tratto identitario specifico. Ha un progetto migratorio stanziale ed è disponibile a rimanere in Italia l’85% dei rom che arrivano dall’ex Jugoslavia e il 62% di quelli provenienti dalla Romania. Più bassa la percentuale tra chi arriva dalla Bulgaria (24%). Nella lettura dei drammatici dati relativi alla disoccupazione e alla precarietà abitativa, emersi dalla ricerca, l’Unar ha proposto di svolgere una ulteriore disaggregazione dei dati e la loro segmentazione per contesti urbani, che contribuirebbe al monitoraggio delle future strategie locali di inclusione. 
http://www.triennale.it 
http://www.aaster.it 

UNAR, 800 MILA EURO PER IL PIANO

Il direttore dell’Unar, Massimiliano Monnanni, pochi giorni fa ha annunciato che per il Piano nazionale rom il governo ha già stanziato 800 mila euro per la prima fase. Monnanni ha anche aggiunto che uno dei primi provvedimenti sarà il riconoscimento del Porrajmos, lo sterminio nazista dei rom. Un altro obiettivo è la costituzione di un comitato per la redazione di una legge che riconosca i rom come minoranza. 
http://www.unar.it

IL RAZZISMO DI VARALLO

In una recente intervista rilasciata dal ministro per la cooperazione e l’integrazione, Andrea Riccardi, a un piccolo giornale di Varallo (Vercelli), fatta in collaborazione con gli studenti del locale liceo, il ministro ha detto che la crisi può anche essere un’opportunità di crescita e di ripensamento per nuove relazioni con gli immigrati. A Varallo, all’ingresso del paese, si possono leggere cartelli come questi: “No burqa”, “No vu cumprà”. 
http://www.agoravox.it

PONTREMOLI BOCCIA IN PRIMA ELEMENTARE

E' polemica in provincia di Massa Carrara, all'Istituto 'Giulio Tifoni' di Pontremoli, dove in prima elementare, nella stessa classe, sono stati bocciati cinque alunni, tre dei quali stranieri e uno disabile. I genitori hanno annunciato la decisione di fare ricorso per chiedere l'annullamento dei provvedimenti. 
http://www.informazione.it

CAGLIARI SGOMBERA IL 554

E’ iniziato il trasferimento delle famiglie rom che da anni vivevano nel campo della 554 a Cagliari. Il Comune ha annunciato di voler completare lo sgombero dell’area entro i primi di luglio ma occorrono case (che il comune al momento non ha trovato) per 160 persone (metà donne e bambini). 
http://www.unionesarda.it

A MILANO AUTOCRITICA DELL'ASSESSORE

L'assessore alle Politiche sociali di Milano, Pierfrancesco Majorino, rispondendo alla richiesta di don Colmegna, ha detto che nelle prossime settimane presenterà un piano rom per uscire da una dimensione emergenziale: “Lavoreremo per la scolarizzazione dei minori – spiega l'assessore -, cercheremo di recuperare un rapporto con il governo romeno e di ridurre le situazioni di illegalità, come i campi irregolari". 
http://www.redattoresociale.it

SCUOLA IN AFFANNO A MILANO

La scolarizzazione dei giovani rom e sinti fatica a decollare: in provincia di Milano 935 bambini e ragazzi provenienti dalle comunità presenti sul territorio sono iscritti a scuola: più della metà (il 56,4%, ossia 527 alunni) frequentano le elementari, mentre 298 (il 31,9%) la secondaria di primo grado e 108 (l'11,6%) gli asili. Soltanto due (lo 0,2%), sono iscritti alla scuola secondaria di secondo grado e quindi avranno una chance di prendere il diploma. I dati sono stati presentati dall'Osservatorio della Provincia di Milano, in collaborazione con la fondazione Ismu, l'assessorato alle politiche sociali e associazioni del terzo settore, in occasione della pubblicazione del quattordicesimo rapporto sull'immigrazione in provincia. 
http://www.ismu.org

INSEDIAMENTI "DI PROPRIETA'" A MILANO

Le comunità rom e sinti della provincia di Milano costruiscono soprattutto su terreni di loro proprietà mentre nel capoluogo il 50% degli insediamenti è su suolo pubblico. Lo rivela lo studio sulla “Realtà insediativa delle popolazioni rom e sinti”, curato dalla Provincia, in collaborazione con la fondazione Ismu e associazioni del terzo settore. Dei 40 campi censiti (8 regolari e 32 irregolari) in provincia,17 sorgono su terreni di proprietà degli occupanti, 12 su aree pubbliche e 11 su proprietà private di altri. Al contrario, nel capoluogo, su 22 campi censiti, di cui 8 regolari e 14 no, esattamente la metà è costruita su terreno pubblico, mentre 9 insediamenti occupano aree di proprietà delle comunità e soltanto 2 sono su un terreno di altri privati. 
http://www.comune.milano.it

STRANIERI FUORI DALL'ASILO A BORGOMANERO

A Borgomanero, in provincia di Novara, 40 i bambini sono rimasti fuori dalle tre scuole materne del centro storico: sono tutti stranieri. Il Consiglio di circolo ha, infatti, deciso di dare la precedenza agli alunni con cittadinanza italiana. Per gli altri, l'unica alternativa è frequentare le scuole materne sparse nelle diverse frazioni del Comune. Una ventina di genitori, tra loro anche alcuni italiani, hanno scritto al Dirigente scolastico per contestare la decisione in contrasto con gli articoli 2, 3 e 34 della Costituzione e con il dpr 394 del 1999 articolo 45 in cui prevede che "i minori stranieri presenti sul territorio nazionale hanno diritto all'istruzione… nelle forme e nei modi previsti per i cittadini italiani". 
http://inagist.com/all/212688510950457345/

SECONDE GENERAZIONI "IN"

Sensibilizzare l’opinione pubblica sulle seconde generazioni. È questa la sfida lanciata dalla Campagna “Italiano Nato” – “IN”, promossa dall’associazione Rigenerazione Italia in collaborazione con il Forum nazionale dei giovani, presentata nei giorni scorsi a Roma presso la sede della Federazione nazionale della stampa italiana. IN nasce per portare all’attenzione dell’opinione pubblica e del Parlamento l’importanza fondamentale del diritto di cittadinanza per le seconde generazioni. “Sono felice che Italiano Nato abbia scelto la nostra sede per lanciare ufficialmente la campagna – ha dichiarato Roberto Natale, presidente Federazione nazionale stampa italiana – Noi giornalisti abbiamo le nostre responsabilità”. 
http://www.cospe.it

MIUR "SCONFORTATO"

Combattere la dispersione scolastica dei rom puntando sul superamento dell’emergenza abitativa, con borse di studio e l’affiancamento di un tutor. È questo per il Miur uno degli obiettivi principali per il prossimo anno scolastico, ma anche uno dei capisaldi della Strategia nazionale d’inclusione dei rom, sinti e camminanti. Lo ha detto il sottosegretario al ministero dell’istruzione, università e ricerca, Marco Rossi-Doria, durante l’audizione presso la Commissione straordinaria per la tutela dei diritti umani del Senato. I dati sulla dispersione scolastica dei rom sono “sconfortanti”, la frequenza dei giovani rom nelle scuole superiori è di 160 giovani, con livelli di analfabetismo dell’intera popolazione che arrivano quasi al 42%. 
http://www.miur.it

POESIA DI CAMPO

Si è svolto l’8 giugno scorso a Genova, nell’ambito del 18° Festival internazionale di poesia, il reading di Roberto Malini con lettura di poesia dedicate alla condizione dei rom in Italia. L’8 giugno del 1938 il ministero degli Interni istituì con una circolare alle prefetture i campi di concentramento destinati alle persone ritenute asociali. 
http://www.everyonegroup.com

CAMPI IN FESTA A ROMA

Si è svolto il 9 giugno a Roma un incontro organizzato dalla Cgil di Roma e del Lazio e dall’Arci, con i patrocinio della Provincia, dal titolo “Diritti ora! Cittadinanza e lavoro” che ha coinvolto le realtà dell’immigrazione del territorio. Nella stessa giornata, alla Monachina, periferia di Roma, Monteverde antirazzista ha organizzato la festa del campo della Monachina con la comunità rom locale. 
http://www.lazio.cgil.it

DEPORTAZIONE CHIMICA

In Romania, è in corso una protesta a Bucarest, davanti alla sede del governo, contro lo sfratto di circa mille rom da Baia Mare, città settentrionale della Romania che il sindaco ha deciso di “bonificare” deportando i rom nella ex fabbrica chimica della Phoenix, che viene ricordata come la “fabbrica della morte”, senza preventiva decontaminazione.
http://www.sivola.net/dblog/

TORINO DICE "BASTA"

"Basta alle baraccopoli della Stura". Si è tenuta nei giorni scorsi a Torino, quinta circoscrizione, quartiere Barca Bertolla, una marcia per il superamento dei campi rom, “perché negli anni duemila le condizioni in cui questa gente è costretta a vivere non è più accettabile. Per svegliare le istituzioni. Perché i cittadini rischiano di diventare intolleranti e questo è altrettanto inaccettabile”. 
http://www.torinoday.it

UN BUON INIZIO

Si è svolta il 4 giugno scorso a Bruxelles la conferenza conclusiva del progetto “Un buon inizio", uno dei tre progetti pilota europei sui rom avviati dal Parlamento europeo e finanziato dalla Commissione europea. L’"Early childhood education", questo il nome della conferenza, è stata incentrata sui bambini rom e ha dato conto degli esiti del progetto europeo "Un buon inizio", che ha sostenuto più di 4.000 bambini rom, da zero a sei anni, nell'accesso all’educazione della prima infanzia e servizi di assistenza in 16 sedi in quattro paesi (Ungheria, Macedonia, Romania e Slovacchia). 
http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/

"ZINGAROPOLI" HA PERSO

Il Naga di Milano ha vinto la causa civile anti discriminazione intentata nei confronti di Lega nord e Pdl per i manifesti affissi e le dichiarazioni di Silvio Berlusconi e Umberto Bossi durante la scorsa campagna elettorale per l’elezione del sindaco in cui paventavano che la città diventasse una “Zingaropoli” nel caso di vittoria di Pisapia. Il giudice Oritta Micciché ha così sentenziato, tra l’altro: “Emerge con chiarezza la valenza gravemente offensiva e umiliante di tale espressione che ha l’effetto non solo di violare la dignità dei gruppi etnici sinti e rom, ma altresì di favorire un clima intimidatorio e ostile nei loro confronti”. 
naga@naga.it

APPUNTAMENTI

IL MONITORAGGIO DELLA STRATEGIA NAZIONALE ROM  

La Fundamental Rights Agency (FRA) della Commissione Europea avvierà il 20 e 21 giugno un Working Party che coinvolgerà oltre all’Italia, rappresentata dall’UNAR e dall’ISTAT, anche Bulgaria, Repubblica Ceca, Finlandia, Francia, Ungheria, Romania, Spagna e Inghilterra. Il gruppo di lavoro del FRA sosterrà i Punti di contatto nazionali (PCN) e le istituzioni statistiche da loro coinvolte, nella definizione di indicatori statistici e nella rilevazione dei dati per l’attuazione della Strategia. 
http://europa.eu/…rights/fundamental_rights 
  
FOTO MELTINGPOT  

E’ stato promosso dal Cospe il concorso fotografico MeltingPot che premierà i migliori scatti che sanno cogliere gli aspetti più positivi ed originali della società interculturale”. Le migliori fotografie, oltre ai premi, saranno pubblicate su un supplemento al quotidiano gratuito Metro e sui siti del progetto Media4Us. Il concorso è aperto a tutti, fotografi professionisti o semplici appassionati, di età non inferiore ai 18 anni. 
http://www.cospe.it 
  
OLTRE IL CAMPO  

Il 19 giugno, a palazzo Valentini a Roma, Cnca, Arci solidarietà, Ermes organizzano, con la Provincia, una tavola rotonda dal titolo “Oltre il campo” con testimonianze sulla condizione dei rom a Roma. 
http://www.cnca.it 
  
GIORNATA MONDIALE DEI RIFUGIATI  

Il 20 giugno è la Giornata mondiale del rifugiato e si svolgeranno iniziative e incontri in molte città italiane: l’UNHCR Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati organizza alla Casa del Cinema a Roma, in largo Marcello Mastroianni, una serata dal titolo Terre d’asilo. 
http://www.unhcr.it 
  
IMMAGINI DAI CIE  

“La vita che non Cie” è il titolo di una rassegna di documentari prodotti da Fortress Europe e diretti da Alexandra D’Onofrio. Sono le vite che stanno dietro alle statistiche della macchina delle espulsioni dei “clandestini”: per i Cie (Centri di identificazione ed espulsione) transitano ogni anno 11.000 persone delle quali circa 4.500 vengono poi effettivamente rimpatriate con la forza. Luoghi di detenzione, con sbarre alte sette metri e filo spinato, sorvegliati giorno e notte da militari e agenti, dove si finisce perché privi del permesso di soggiorno. 
http://fortresseurope.blogspot.com 

CASE SENZA TETTO  

“House with No Roof” è il titolo di un libro fotografico appena uscito, realizzato da Topica Onlus, edizioni Graffiti. “House with No Roof” è un tentativo di dare voce agli “invisibili”, un viaggio all'interno del dramma dei ragazzi di strada che vivono negli spazi d'ombra di Satu Mare, in Romania, dove da quattro anni opera l’Associazione Popica Onlus con il progetto StradAlternativa, che il fotografo Marco Baroncini descrive in cento foto in bianco e nero. 
http://www.graffitiscuola.it 
http://www.graffitipress.it 

FESTIVAL A BARCELLONA  

Il prossimo 30 giugno a Barcellona si svolgerà Romanistan, Festival della cultura e della musica gitana. 
http://www.sientebarcelona.com 

VACANZE ROMANE(S)  

Gli o’Rom hanno appena pubblicato un disco, presentato a Napoli con la partecipazione dell’assessore alle politiche sociali, Sergio D’Angelo, dal titolo Vacanze Romanes: tre musicisti napoletani e tre rumeni rom in un incontro all'insegna dello scambio musicale e umano, della reciproca conoscenza di melodie, armonie e ritmi diversi. 'o Rom è il primo e più longevo esperimento di fusione tra musiche tradizionali dell'Italia Meridionale e musiche balcaniche di area rom e sinti. 
http://www.napolicittasociale.it


 

 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 La Rivista di servizio sociale 
http://www.rivistadiserviziosociale.it/

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.