Newsletter UNAR N. 17

L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.

Se vuoi essere eliminato da questa lista d'invio rispondi a questa e-mail chiedendo di essere rimosso 

Inforom #17

BRESCIA TAGLIA PULMINI E MENSE

Il comune di Brescia non consente a 90 bambini rom di frequentare la scuola perché ha tolto loro il pulmino e la mensa gratuita. La decisione ha costretto i bambini a recarsi a piedi nelle loro scuole – la “Sanzio”, la “Rinaldini” e la “Giovanni XXIII” – e a pranzare in strada, fuori dal portone. A 20 bambini delle materne non è stato neppure concesso di entrare poiché non avevano pagato l’iscrizione. A giudizio delle associazioni che hanno denunciato il fatto, il comune e l’assessorato all’istruzione “non hanno tenuto conto delle dichiarazioni Isee delle famiglie che, così come molte altre famiglie bresciane, avrebbero diritto ad un trattamento conseguente. La negazione della parità di trattamento conferma la volontà di discriminazione razziale nei confronti delle popolazioni rom e sinte". L’amministrazione sostiene che le 90 famiglie rom avevano debiti pregressi per la scuola dei loro figli pari a 75 mila euro complessivi. Una goccia nel mare rispetto agli sperperi pubblici, denunciano le associazioni, “come i 550 mila euro spesi in otto mesi per una mostra cittadina”. Rom e sinti chiedono ora la rateizzazione dei debiti e il ripristino immediato del servizio di trasporto scolastico. 
http://www.bresciatoday.it/cronaca/brescia-scuola-bambini-rom-sinti-fondazione-piccini.html 

BRESCIA: IL SINDACATO

Il segretario generale della Cgil di Brescia ha denunciato “lo stato di pericolosità a cui sono costretti i bimbi dei due campi, quelli di via Ozinuovi, e in particolare, quelli di via Borgosatollo: strade insicure, senza marciapiedi, con auto e camion che passano a grande velocità. “Non è pensabile che i bimbi possano raggiungere le loro scuole in quelle condizioni per tutto l’anno scolastico”. Inoltre, ha aggiunto il sindacalista, “la circolare che invita le insegnanti a lasciare a casa i bambini che non sono iscritti al servizio mensa è un’inutile cattiveria e argomentazioni del tipo “la materna non è obbligatoria” sono decisamente fuori luogo: il primo canale di apprendimento della lingua, socializzazione e inclusione passa dalla scuola, materna o obbligatoria che sia”. 
http://www.cgil.brescia.it

RAPPORTO DEL CONSIGLIO D'EUROPA

È stato reso noto il Rapporto sullo stato dei diritti umani in Italia, elaborato a seguito della visita effettuata lo scorso luglio da Nils Muižnieks, Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, e dai membri della sua delegazione. Il Rapporto è piuttosto esplicito per quanto riguarda le critiche al trattamento delle minoranze, soprattutto rom e sinte, le politiche degli sgomberi forzati e la gestione dei campi. Il commissario si è detto anche preoccupato per le condizioni di vita delle persone detenute nei Cie, i Centri di identificazione ed espulsione. Infine, il Commissario ha affermato: “Le autorità italiane potenzino l'Unar, sia in termini di risorse che di indipendenza”. Intanto il Consiglio dei ministri ha nominato il nuovo direttore dell’Unar, Marco De Giorgi. 
http://www.unar.it

LADRI DI BAMBINI

Il Gruppo EveryOne ha inviato una lettera al tribunale dei minori di Milano per protestare contro la sottrazione di quattro bambini rom ai genitori, per un presunto errore commesso dalle forze dell'ordine. Secondo l’Associazione, a Danut e Liliana Covaciu, rom romeni, dopo soli tre giorni da quando erano arrivati a Milano lo scorso agosto, in visita ai parenti, le autorità hanno tolto loro i quattro figli perché uno dei bambini, Timotei (8 anni) all’improvviso si è allontanato ed è salito per gioco su un autobus al capolinea. Il guidatore è ripartito senza avvedersi della presenza del piccolo. Poco dopo il padre, preoccupato, ha chiamato il pronto intervento. La polizia ha rintracciato quasi subito il bambino, ma non lo ha restituito alla coppia. Timotei è stato affidato temporaneamente a una comunità. Quindi gli agenti hanno sottratto ai genitori gli altri tre bambini: Biancamaria (13), Samuel (10) e Debora (4) e li hanno affidati a una casa famiglia. L’accusa, per i genitori, è "riduzione in schiavitù". 
http://www.everyonegroup.com

IN TOSCANA LA CASA DELLA PACE

Il 21 settembre si è svolta, all'Auditorium di S. Apollonia a Firenze, una "Giornata di studio e riflessione sulle politiche di inclusione sociale delle popolazioni Rom in una prospettiva di superamento di ogni condizione di separazione dal contesto civile e sociale delle nostre comunità". Tema dell'evento: "I Rom in Toscana tra innovazione e nuove criticità". Durante la giornata, organizzata dalla Regione Toscana e dalla Fondazione Michelucci, è stata presentata ai partecipanti, fra cui moltissimi Rom, la Strategia nazionale d’inclusione dei Rom, dei Sinti e dei Caminanti. 
http://www.michelucci.it

TOR DE' CENCI ANDATA E RITORNO

Alcune famiglie Rom si sono trasferite ad agosto nel campo rom della Barbuta, dopo l'ordinanza di sgombero del sindaco, ma ora hanno deciso di tornare a quello di Tor de’ Cenci e stazionano con 12 furgoni e 2 roulotte nel campo di via Pontina. "Vogliamo parlare con Alemanno – dice Halid – non andiamo via, piuttosto ci diamo fuoco". Ma il Tar del Lazio ha respinto il ricorso presentato mesi fa da alcune famiglie rom e autorizzato “per motivi igienici” il trasferimento degli ultimi nuclei rimasti a Tor de’Cenci. 
http://www.redattoresociale.it

ALEMANNO E GLI ALUNNI ROM

L’Associazione 21 luglio e l’Asgi sono state promotrici nei mesi scorsi di una azione civile contro il comune di Roma, che, a detta delle due associazioni, avrebbe costretto gli scolari rom a perdere molte ore di lezione a causa del trasferimento in un nuovo campo attrezzato. Le due associazioni hanno richiesto, nel corso della prima udienza del processo, un risarcimento per i danni subiti dai bambini rom. 
http://www.asgi.it

APPUNTAMENTI

LARGO ALLE ORCHESTRE  

Il 30 settembre a Faenza nell’ambito del Mei Supersound, verranno presentati i risultati di un’indagine condotta dalla Free med orkestra sulle orchestre multietniche presenti in Italia. Il nostro paese è il primo in Europa per numero di orchestre multietniche. 
http://www.meiweb.it 
  
UN LIBRO  

Il 27 settembre a Bari, al villaggio rom nel quartiere Japigia si è tenuto un incontro dal titolo “Incontrare per conoscere, percorsi pedagogici interculturali”. In particolare è stato presentato il libro “Rom oltre in campo” di Matteo Magnisi. 
http://www.puglialibre.it/2012/09/rom-oltre-il-campo-di-matteo-magnisi 
  
A FIRENZE PERIFERIA IN FESTIVAL  

Altrofest, il primo festival toscano pensato e organizzato in periferia, da e con le persone che la periferia la abitano e la vivono tutti i giorni, si svolgerà il 29 e il 30 settembre, promosso dalla Comunità delle Piagge, presso il centro sociale Il pozzo. Si ragionerà, si sperimenterà, si creerà economia alternativa, consumo critico, arte, cultura e convivialità. 
http://www.altrofest.it 
  
NOTTE ROM A GENOVA  

A Genova, a Palazzo Ducale, il 30 settembre, un’intera notte di musica, poesia, pittura, e cinema rom e sinti: una serata per affacciarsi su un mondo sconosciuto. 
http://www.palazzoducale.genova.it/newsletter/questasettimana.htm 
  
MILANO SETTE GIORNI ROM  

Dal primo al 7 ottobre a Milano le associazioni La Conta, ApertaMente di Buccinasco, Farepoesia di Pavia e Mahalla, con il concorso delle comunità rom e sinte, organizzano una settimana di iniziative per i rom della città con appuntamenti nei campi, musica, cene, reading e la visita ai campi rom di via Idro e Monte Bisbino e a quello sinti Terradeo di Buccinasco. 
info@sivola.net 

IL 5 OTTOBRE DI PACIFICAZIONE  

Lo scorso 23 settembre si è svolto l'incontro nazionale dei firmatari dell’appello “Per una iniziativa nazionale per la libertà, la solidarietà e la pacificazione contro le divisioni tra etnie e credenti e i pericoli di razzismo”. Il 5 ottobre ci sarà una giornata nazionale di sensibilizzazione per la pacificazione con iniziative in varie città. 
gentesolidale@libero.it 

IN MEMORIA DELLA DEPORTAZIONE  

16 ottobre 2012, giornata che ricorda la deportazione degli ebrei della città di Roma avvenuta nel 1943, l'Associazione 21 luglio e l'Associazione Il Pozzo di Isacco organizzano a Roma presso il Teatro Palladium (piazza B. Romano 2) una serata di approfondimento, dibattito, cultura e musica per riflettere su quali siano le migliori politiche da promuovere per un superamento definitivo dei "mega campi monoetnici" all'interno dei quali negli ultimi decenni sono state concentrate in Italia le popolazioni rom e sinte. Parteciperanno tra gli altri: Dezideriu Gergely, direttore di European Roma rights centre; Emma Bonino, vice presidente del senato; Nando Sigona, ricercatore presso il Centro studi sui rifugiati dell'Università di Oxford; Pietro Marcenaro, presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani del senato; Musikanti di Balval e Gabriele Coen. 
http://www.associazione21luglio.org


 
 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 La Rivista di servizio sociale 
http://www.rivistadiserviziosociale.it/

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.