Newsletter UNAR N.2

L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.

Inforom #2

IL GRANDE FREDDO

Nulla è “uguale per tutti”, neppure il freddo. Che ha travolto il paese ma ha colpito soprattutto chi una casa non ce l’ha. Tra loro, molti Rom. Per questa ragione, la Federazione Rom e Sinti Insieme ha lanciato l’allarme alle Istituzioni nazionali e locali soprattutto per le famiglie Rom immigrate che vivono in insediamenti improvvisati, ad esempio con baracche o tende, e che non hanno la possibilità di utilizzare l'energia elettrica o il gas metano per scaldarsi. Sono altrettanto a grave rischio tutte quelle famiglie, in particolare Sinti italiani, a cui viene negato dagli Enti Locali la possibilità di stipulare un regolare contratto per l'allaccio dell'energia elettrica. All’appello ha risposto il sindaco di Milano, Pisapia che ha predisposto un piano “efficace, secondo criteri umanitari”. Anche l’Opera Nomadi ha chiesto l’intervento della Protezione civile e il Naga, che visita periodicamente il campo irregolare di via Bonfadini a Milano, ha lanciato una raccolta straordinaria di coperte e abiti, così come hanno fatto a Roma i Medici per i diritti umani. La Comunità di Sant’Egidio ha testimoniato che in alcuni campi ha visto famiglie che si scaldavano con pentole riempite di alcol: "Purtroppo molte non vanno a chiedere aiuto alle strutture comunali perché l'accoglienza nei dormitori è divisa tra uomini e donne e le famiglie rom non vogliono separarsi". Infine, una bella cosa, la testimonianza di alcune maestre di Milano: “A scuola vediamo arrivare ogni mattina gli alunni rom che spesso compiono lunghi tragitti a piedi nella neve, puliti e ordinati nonostante tutto, pronti a iniziare la lezione proprio come i compagni che hanno una casa calda e il cibo necessario”. Chi vuole aiutarle, può rivolgersi a 
santegidio.rubattino@gmail.com

IL GRANDE FREDDO, UN ANNO FA

Cercavano di scaldarsi al fuoco e sono morti nella loro baracca. Era il 6 febbraio di un anno fa. Si chiamavano Raul, Fernando, Patrizia e Sebastian. Avevano 4, 5, 9 e 11 anni. Erano rumeni, vivevano in un accampamento di fortuna nei pressi dell’Appia Nuova alla periferia Sud di Roma e per scaldarsi hanno acceso un fuoco: le fiamme li hanno avvolti. Sono morti bruciati vivi. La loro colpa era di essere nati poveri e immigrati, come disse il Cardinale Vicario di Roma Agostino Vallini, con l’aggravante di essere rom.
http://www.articolo21.info/

IL GIORNO DELLA MEMORIA

Questa poesia di un poeta sinto che sembra un buon modo per ricordare il giorno della Memoria, che ha coinvolto le comunità Rom e Sinti in molte città italiane: Cielo rosso di sangue,/di tutto il sangue dei Sinti/che a testa china e senza Patria,/stracciati affamati scalzi,/venivano deportati,/perché amanti della pace e della libertà,/nei famigerati campi di sterminio./Guerra/che pesi come vergogna eterna/sul cuore dei morti e dei vivi,/che tu sia maledetta. (Vittorio “Spatzo” Mayer Pasquale, poeta sinto italiano). 
marco.brazzoduro@uniroma1.it

SCUOLA

Nell’anno scolastico 2010/2011 gli alunni rom, sinti o camminanti, con o senza la cittadinanza italiana presenti nelle scuole italiane sono stati 12.377, in leggera crescita (+2,4%) rispetto all’anno precedente: il 54,6% si concentra nelle primarie, il 27,5% nelle secondarie di primo grado, il 16,6% nelle scuole dell’infanzia, e solo l’1,3% (pari solamente a 158 unità) nelle secondarie di secondo grado. I dati sono del ministero dell’istruzione che precisa le province in cui si concentra il maggior numero di iscritti: Roma (2.228), Milano (935), Torino (808) e Napoli (628). Seguono Reggio Calabria (495), Catanzaro (432), Siracusa (297) e Pordenone (252). Le regioni a più alta diffusione sono Lazio, Lombardia, Piemonte, Calabria, Emilia Romagna e Toscana.
http://www.muir.it/

CAMPI

ROMA  

Le associazioni romane che si occupano dei Rom protestano per il taglio del 50 per cento dei fondi per la gestione dei campi. Il taglio deciso dall’Assessore alle politiche sociali, Belviso, ha convinto le associazioni a riunirsi in un forum e a denunciare una situazione “insostenibile. C'erano 30 milioni di euro che non sappiamo dove siano finiti: possibile che siano stati tutti impiegati per gli sgomberi e per La Barbuta?". Le associazioni del settore, infatti, sono contrarie alle politiche del piano capitolino, "che in questi mesi ha visto solo sgomberi di campi e una spesa di 10 milioni di euro per la costruzione del campo La Barbuta che, di fatto, e' inutilizzabile".
http://www.dire.it/

PALERMO  

La mancanza della luce esterna nel campo nomadi della Favorita di Palermo favorisce l’uscita di numerosi grossi topi costringendo le famiglie a chiudersi dentro le baracche per paura di essere aggrediti. Sono circa 150 le persone che vivono ancora in quest’area altamente degradata della città. Qualche giorno fa un infermiere giunto al campo per un intervento a favore di una famiglia ha scostato con il piede un grosso topo che aveva scambiato per un pallone.
http://www.redattoresociale.it/

IL LIBRO

E' in libreria “Rom, genti libere”, di Santino Spinelli con la prefazione di Moni Ovadia. Per la prima volta, uno studioso Rom italiano ci offre una storia complessiva di questo popolo, dalle migrazioni originarie alla situazione contemporanea, abbracciandone la cultura e i valori sociali, le espressioni artistiche, fino alle organizzazioni politiche. Questo libro ci restituisce l’identità «invisibile» dei Rom, “un’identità ignorata dagli stereotipi dei campi nomadi che trasformano gli errori di pochi in colpa collettiva, relegata nel ghetto della povertà ed esclusione sociale dalle stesse associazioni di pseudo-volontariato; annientata, infine, dall’attuale politica di assimilazione attraverso la discriminazione”. Santino Spinelli, in arte «Alexian», è Rom italiano, musicista, compositore, poeta, saggista. Ha due lauree, una in Lingue e Letterature Straniere Moderne e l’altra in Musicologia. (Ed. Dalai, 384 pagine).
http://www.alexian.it/

APPUNTAMENTI

MEETING DELLA CULTURA  

Primo Meeting di Arte, Musica e Intercultura a Lanciano (Chieti) presso l¹Area Fiera il prossimo 1, 2, 3 giugno. Si tratta della prima e più completa iniziativa sul tema mai organizzata in Italia e prevede il coinvolgimento di 83 associazioni e di 100 gruppi musicali e artisti (pittori, scultori, scrittori, registi), Rom, sinti e Camminanti. Per maggiori informazioni
http://www.amolamusica.it/

LE BREVI  

Firenze
Il 12 febbraio a Firenze si terrà un sit in per Malika Yacout, la donna, di origine marocchina ma cittadina italiana da 15 anni, che in seguito all’esecuzione dello sfratto si ritrovò a Santa Maria Nuova in psichiatria, dopo aver subito due iniezioni per sedarla. Era incinta di quasi cinque mesi. Il suo caso approderà alla Corte di giustizia della comunità europea. 
http://noinosiamocomplici.noblogs.org/ 

Una ricerca
Giovedì 16 febbraio alle16, in via Milazzo, 11, alla Sala Volpi a Roma, Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università Roma Tre, l'Associazione 21 luglio e l'Osservatorio sul razzismo e le diversità M.G. Favara presenteranno l'ultima ricerca prodotta dall'Associazione 21 luglio dal titolo “Anime smarrite. Il piano degli sgomberi a Roma: storie quotidiane di segregazione abitativa e di malessere". A due anni dallo storico sgombero del Casilino 900 e a pochi giorni dall'apertura del nuovo campo in località La Barbuta, dove verranno trasferiti 650 rom, l'Associazione 21 luglio ha deciso di occuparsi delle conseguenze psico-sociali che la politica degli sgomberi e dei trasferimenti forzati attuata dal Comune di Roma nei confronti delle comunità rom e sinte ha provocato tra i bambini e gli adulti.
Per informazioni e prenotazioni: segreteria@21luglio.com 

Gli incontri
“Genere e generazioni” è il titolo di una serie di incontro che si terranno a partire dal al 10 febbraio e fino al 25 maggio che si propongono di sviscerare tutte le opportunità per promuovere integrazione e confronto tra le generazioni. Il primo incontro è previsto a Viareggio il 10 febbraio (Oratorio di Santa Rita), l’8 marzo sarà a Roma alla Casa internazionale delle donne in via della Lungara, il 16 marzo all’Università della Tuscia a Viterbo e poi a Livorno (il 30 marzo) ad Avellino (il 20 aprile) per terminare il 25 maggio a Livorno con un grande evento finale. Promuove, Unicoop Tirreno.
http://www.unicooptirreno.it/ 

Rifugiati
Lunedì 13 febbraio alle 18,30 alla chiesa di Sant'Andrea al Quirinale, Via del Quirinale 29 a Roma, Laura Boldrini (Portavoce Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) e Erri De Luca (scrittore) si incontrano per una "chiacchierata" sul diritto d’asilo e sulla presenza dei rifugiati in Italia dal titolo (dato da Erri De Luca) "Non esistono i clandestini, esistono i destini". 
Ufficio stampa: 
Marichia Arese – Spiral REFUGEE scART – 3357067879 – msimcik@sprynet.com 
Donatella Parisi – Fondazione Astalli – 06 69925099 – d.parisi@fondazioneastalli.it 

Cittadinanza
Il 6 marzo 2012 saranno depositate alla Camera le firme raccolte sulle due proposte di legge di iniziativa popolare per la riforma della cittadinanza e per il diritto di voto alle amministrative agli stranieri residenti da almeno 5 anni in Italia proposte dalla campagna L’Italia sono anch’io. Il 16 febbraio si può ancora firmare a Roma presso le seguenti sedi: Lunaria (dal lunedì al venerdì ore 10-18), via Buonarroti, 39 (traversa di piazza Vittorio Emanuele raggiungibile con la metro A). Servizio Rifugiati e Migranti, FCEI (dal lunedì al venerdì ore 10-16), via Firenze, 38 – 1° piano (metro A fermata Repubblica) e all’Arci nazionale in via Monti di Pietralata 16. 
antirazzismo@lunaria.org 

Genere
Il 16 febbraio a Roma, alla sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri in via Santa Maria in Via, 37 Conferenza di presentazione dell’accordo promosso da Unar per l’adesione dell’Italia al programma del Consiglio d’Europa in materia di “Contrasto della discriminazione basata sull’orientamento sessuale e sulla discriminazione di genere. Apre il ministro del lavoro e della pari opportunità, Elsa Foriero.
Per saperne di più: 
http://www.unar.it/ 

UNAR
Tre nuove raccomandazioni
L’Unar interviene con tre raccomandazioni che hanno l’obiettivo di prevenire discriminazioni nei confronti dei cittadini stranieri non comunitari nell’ambito del diritto all’abitazione e, in particolare, nell’accesso all’edilizia residenziale pubblica, in materia di iscrizione anagrafica e nell’accesso ai servizi assicurativi. L’Unar ha diffuso le raccomandazioni presso le Prefetture, la Conferenza dei Presidenti delle Regioni, l’UPI e l’ANCI, e provvederà al periodico monitoraggio circa lo stato di attuazione da parte degli organismi competenti. 
http://www.unar.it/



 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 La Rivista di servizio sociale
www.rivistadiserviziosociale.it/

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.