Newsletter UNAR N. 25

 

L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.
Se vuoi essere eliminato da questa lista d'invio rispondi a questa e-mail chiedendo di essere rimosso 

Inforom #25

REGIONI IN STRATEGIA

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha avanzato la proposta di costituire tavoli regionali per il coordinamento degli interventi locali nell’ambito della Strategia nazionale di inclusione dei rom, sinti e caminanti. Il documento (approvato dalla Conferenza e pubblicato sul sito www.regioni.it , sezione “Conferenze”) è stato inviato a tutti i presidenti delle Regioni e delle Province autonome. Riportiamo un brano del documento invitando alla lettura integrale sul sito: “In particolare, i tavoli regionali dovrebbero avere il compito di sensibilizzare le autorità comunali e provinciali e monitorare l’attuazione della Strategia a livello locale. I tavoli costituiranno il luogo di elaborazione di piani locali che verranno sperimentati, in via prioritaria, nei territori in passato ricompresi nella gestione emergenziale (Lazio, Campania, Lombardia, Piemonte e Veneto), nelle regioni che vivono specifiche problematiche di esclusione sociale delle comunità rom e presso le città delle Regioni rientranti nelle priorità dell’Obiettivo Convergenza della programmazione dei fondi strutturali 2007-2013. Inoltre, in vista della prossima programmazione dei fondi strutturali 2014-2020 … il tavolo regionale avrà un importante ruolo di programmazione e orientamento della progettazione locale su fondi strutturali”. Le Regioni comunicheranno all’Unar (segreteriaunar@governo.it; tel 06/67792267) entro il 28 febbraio 2013 il nominativo del coordinatore e la composizione del tavolo. 

http://www.regioni.it/home_art.php?id=566 

POLIZIA EUROPEA CONTRO TUTTI I RAZZISMI

Una struttura interforze e multidisciplinare contro i fenomeni di razzismo e discriminazione. E’ questo il progetto del capo della polizia, Antonio Manganelli, che verrà presentato in maggio in Europa:"Difenderemo le categorie a più alto rischio – ha detto Manganelli – quelle legate al mondo dei disabili, le comunità ebraiche, gli immigrati, le associazioni legate al mondo omosessuale, tutte quelle che hanno bisogno di un sostegno del nostro impianto normativo, oltre di ciascuno di noi”. Confidiamo che, all’interno della nuova struttura, tra le categorie a rischio di discriminazione venga posta la dovuta attenzione anche alle disparità di trattamento subite da rom e sinti, e che venga garantita una particolare attenzione e tutela contro i fenomeni di discriminazione collettiva di cui spesso sono vittime. 

http://laboratoriopoliziademocratica.blogspot.com/…/sicurezzamanganelli-via-organismo.html

I ROM NELL'URNA

A giorni si andrà a votare ed è questo il momento in cui i candidati e i partiti si rivolgono con maggiore interesse “anche” alle fasce deboli della popolazione. Così, alcune associazioni hanno pensato di presentare alcune richieste ai candidati a salvaguardia, appunto, dei “votanti” solitamente poco visibili. In particolare, per quanto riguarda rom, sinti e camminanti, Amnesty International ha messo a punto un documento dal titolo "Ricordati che devi rispondere", 10 punti sul rispetto dei diritti umani per le forze politiche che prevede l’introduzione del reato di tortura, trasparenza nell’operato delle forze di polizia, condizioni rispettose dei diritti umani nelle carceri, misure contro la violenza sulle donne, accoglienza dei rifugiati, contrasto dell’omofobia, contrasto alla discriminazione dei rom. Analogamente, l’Associazione 21 luglio ha presentato una proposta ai candidati a sindaco di Roma in cui si chiede loro di sottoscrivere una sorta di Agenda rom di interventi e priorità per la nuova giunta affinché possano cambiare le politiche a Roma. 

http://www.ricordatichedevirispondere.it

APOLIDI PER FORZA

Dal Rapporto “In the Sun” del CIR emerge che sarebbero ufficialmente 800, ma ufficiosamente decine di migliaia, gli apolidi nel nostro paese. Il progetto “In the Sun” (Alla luce del Sole), realizzato dal CIR, Consiglio italiano per i rifugiati con la collaborazione di Opera Nomadi e Federazione Rom e Sinti insieme e con il supporto di Open Society Foundations, mostra come, dalle tre città campione – Roma, Napoli e Milano – ben 139 sono le persone risultate senza alcuna cittadinanza. Tra questi ultimi, 105 hanno intenzione di chiedere la cittadinanza, mentre solo 23 hanno dichiarato di voler intraprendere il procedimento per il riconoscimento dello status di apolide, solo 6 lo hanno effettivamente intrapreso. A pagare le conseguenze più pesanti sono i figli nati in Italia da famiglie sfollate dalla ex Jugoslavia ormai vent’anni fa. Una generazione di ventenni che è nata e cresciuta in Italia e vorrebbe ottenere la cittadinanza italiana, perché non si sente apolide, ma non avendo uno status riconosciuto, ha una posizione irregolare e non può ottenere la cittadinanza italiana. 

http://www.cir-onlus.org/Progetto%20in%20the%20Sun.htm

CASA AL BANDO A ROMA

Un’ottima opportunità si apre a Roma anche per le comunità rom, nel quadro dell’assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica ubicati nel territorio di Roma Capitale e zone limitrofe, ai sensi della Legge Regionale 6 agosto 1999, n.12. Il Comune di Roma nell’avviso di edilizia pubblica del Dipartimento Politiche Abitative di Roma Capitale, ha stabilito che rientrano tra i requisiti prioritari per avere accesso agli alloggi, anche coloro che vivono in “strutture provvisorie preposte all’assistenza pubblica da organi, enti o associazioni di volontariato”. Così, il punteggio più alto verrà riservato a quei nuclei familiari, italiani e stranieri, che “dimorino in strutture procurate a titolo provvisorio da organi, enti e associazioni di volontariato riconosciute e autorizzate preposti all’assistenza pubblica, con permanenza continuativa nei predetti ricoveri da almeno un anno”. Grazie, dunque, ai nuovi punteggi indicati dal bando, alcune associazioni romane valutano che anche 1.500 rom dei 3.600 che vivono nei villaggi attrezzati di Roma, potranno presentare regolare domanda con la concreta speranza di poter accedere nella fascia più alta per l’assegnazione dell’alloggio. 

https://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/avviso_pubblico_bando.pdf

APPUNTAMENTI

L'INFANZIA A ROMA  
 

L'Associazione 21 luglio organizza martedì 19 febbraio alle 17 a Roma presso la Sala Ersoch in Largo G.B. Marzi, 10 (ex Mattatoio), l'evento di presentazione di "Rom(a) Underground. Libro bianco sulla condizione dell'infanzia rom a Roma". Nel corso dell'evento verrà proiettato in anteprima il video "Campo Sosta" di Stefano Liberti e Enrico Parenti, prodotto da Zalab con il sostegno di Open Society Foundation. 

http://www.21luglio.org 
  
DONNE A VENEZIA  
 

Si terrà il 21 e il 22 febbraio a Venezia presso l’Università Ca’ Foscari, la Conferenza Internazionale “NON IN NOSTRO NOME. Prevenire la violenza di genere attraverso il self-empowerment di donne migranti, rifugiate e di gruppi minoritari, per la costruzione di reti territoriali e comunitarie”. Il tutto all’Archivio scritture scrittrici migranti in Ca' Bernardo, Sala A, Dorsoduro. 

http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=142302 
  
POVERTA' E DIRITTI A STRASBURGO  
 

Dal 21 al 23 luglio a Strasburgo, il Consiglio d’Europa organizza un convegno dal titolo “Povertà e disuguaglianze: paradossi nelle società dei diritti umani e della democrazia. Proposte per una società inclusiva.”. Alla conferenza prenderanno parte docenti, esperti, rappresentanti delle istituzioni europee. L’evento si terrà presso il Consiglio d’Europa, palais d’Europe, a Strasburgo. 

http://www.secondowelfare.it/news/poverta-e-disuguaglianze-paradossi-nelle-societa-dei-diritti-umani-e-della-democrazia.html 
  
DISUGUAGLIANZE ROM  
 

Il 22 febbraio dalle 10 del mattino al Polo San Basilio a Venezia, si terrà un incontro dal titolo “Disuguaglianze combinate: il caso Rom”, organizzato dalla Scuola interdipartimentale in Servizio Sociale e Politiche Pubbliche, Laurea Magistrale Lavoro, cittadinanza sociale, interculturalità. 

http://www.roma-intercultura.it/?sez=News&anno=2013&mese=02&giorno=22 
  
IL DIRITTO IN GERMANIA  
 

Si terrà il 22 e 23 aprile il seminario sul diritto anti-discriminatorio europeo all’Accademia di diritto europeo (ERA) di Trier (Germania), 22-23 aprile 2013. Il seminario è gratuito e rivolto ad avvocati e consulenti legali dell’associazionismo nell’ambito del Programma europeo PROGRESS e dedicato dalle direttive europee anti-discriminazione (n. 2000/43 e 2000/7. 

https://www.era.int/upload/dokumente/14336.pdf 

FESTIVAL DI BERLINO  
 

Il regista premio Oscar Danis Tanovic ha realizzato “An Episode in theLife of an Iron Picker”, ora in concorso al Festival di Berlino. Un film asciutto e vero, girato sull'onda della rabbia dopo aver letto sui giornali la notizia di una famiglia rom la cui mamma, priva di assicurazione medica e non in grado di pagare il ricovero, veniva rifiutata dagli ospedali nonostante avesse un feto morto in grembo e rischiasse a sua volta la vita. Il film verrà proiettato in Germania a partire dalla fine di marzo. 

http://www.latimes.com/…/la-et-mn-berlin-film-festival-danis-tanovic-iron-picker-20130213,0,3940817.story –


 
 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 
http://www.democraziakmzero.org
 La Rivista di servizio sociale 
http://www.rivistadiserviziosociale.it/

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.