Newsletter UNAR N.6

L'UNAR – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali – è stato istituito con il D. Lgs. n. 215/2003 in attuazione della direttiva comunitaria n. 43 del 2000, con funzioni di controllo e garanzia della parità di trattamento e dell'operatività degli strumenti di tutela, avente il compito di svolgere, in modo autonomo e imparziale, attività di promozione della parità e di rimozione di qualsiasi forma di discriminazione fondata sulla razza o sull'origine etnica.


Inforom #6

EMERGENZA IN ALTALENA

Nel novembre scorso il Consiglio di Stato dichiarò illegittima l’emergenza nomadi su tutto il territorio nazionale. Il 3 aprile, è stato reso noto che in febbraio è stato presentato il ricorso alla Corte di Cassazione per l’annullamento di quella sentenza. A farlo sono stati il Presidente del Consiglio, il dipartimento della Protezione Civile, il Ministero dell’Interno e le Prefetture di Roma, Napoli e Milano. Il motivo del ricorso sarebbe l’eccesso di potere giurisdizionale che in questo caso si sarebbe assunto il Consiglio di Stato. Il ministero della Cooperazione internazionale e dell’integrazione ha subito precisato che si è trattato di un ricorso “di natura tecnica che non cambia l’intenzione di voler superare le logiche emergenziali”. Ma l’atto preoccupa le associazioni: per Amnesty international, “La stagione emergenziale va chiusa e consegnata al passato, per lasciare spazio a politiche di segno diverso, basate sul rispetto dei diritti umani delle comunità rom, a partire dal diritto ad un alloggio adeguato, violato ripetutamente in questi anni dalle centinaia di sgomberi forzati favoriti dalla cosiddetta 'emergenza nomadi', a Roma, Milano e altrove”. Per l’Unar, Punto di Contatto Nazionale Rom, il ricorso non modifica l’irreversibile percorso di inclusione sociale avviato con la Strategia nazionale Rom, e fondato sulla cooperazione interistituzionale a livello nazionale e locale e il coinvolgimento attivo dell’associazionismo rom e sinto nei processi decisionali che li interessano.
http://www.amnesty.it
http://www.unar.it

CITTADINANZA E VOTO ALLA CAMERA

Sono 200mila le firme raccolte dai promotori della campagna “L’Italia sono anch’io” certificate dalla Camera, dando così inizio al percorso di esame delle due proposte di legge per la concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati che nascono in Italia (da un genitore legalmente residente da almeno un anno) e per l’estensione del diritto di voto alle elezioni amministrative agli stranieri residenti da almeno 5 anni nel nostro paese.
http://www.italiasonoanchio.it

UNA LEGGE NELLE MARCHE

Una proposta di legge di iniziativa regionale votata dalla Giunta della Marche intende facilitare l'accesso alla cittadinanza per i figli di immigrati nati in Italia, su richiesta dei genitori, anche se solo uno dei genitori ha risieduto legalmente nel territorio della Repubblica per almeno 5 anni. Una volta raggiunta la maggiore età il ragazzo potrebbe rinunciare, se crede, alla cittadinanza italiana.
http://www.regione.marche.it/

L'APPELLO DELLA DIOCESI DI MILANO

In una lettera aperta, la Giunta del Consiglio Pastorale diocesano di Milano ha rivolto un appello ai politici "affinché promuovano una riforma delle norme sull'acquisizione della cittadinanza italiana, riconoscendola ai minori stranieri nati in Italia, senza dover attendere la maggiore età, eliminando così limitazioni a diritti e facoltà ingiuste e non comprensibili per chi è di fatto sin dalla nascita inserito nella vita civile e sociale del Paese".
http://www.chiesadimilano.it

AL PRESIDENTE NAPOLITANO

Sono in molti ad aver già sottoscritto l’appello al Presidente Napoletano affinché firmi la domanda di grazia per Nita Ciuraru detto Toma, Rom romeno detenuto nel carcere di Ancona-Monteacuto. Ora anche la Union Romani, ovvero la principale organizzazione internazionale per la difesa dei diritti del popolo Rom e per la diffusione della sua cultura, ha aderito alla richiesta. Toma Ciuraru, l'anziano patriarca che da anni rappresenta l'anima della comunità Rom che vive a Pesaro, comunità che ha subito innumerevoli atti di repressione, sgomberi, aggressioni ed abusi, è stato condannato a nove mesi di carcere da un giudice del tribunale di Pesaro, mentre il Tribunale di Sorveglianza di Ancona ha rigettato l'istanza per misure alternative al carcere. Il testo dell’appello è visibile sul sito dell’Unar
http://www.unar.it

PREMIO EUROPEO

E’ stato assegnato in questi giorni il Premio europeo per i Diritti Civili di 15.000 euro dall'Ufficio Federale degli Affari Esteri a Berlino, assieme con il Consiglio centrale dei Sinti e Rom tedeschi e alla Lautenschläger Manfred Foundation. A riceverlo, quest’anno, è il Commissario per i diritti umani presso il Consiglio d'Europa, Thomas Hammarberg. Il premio d'onore è andato al giornalista rumeno George Lacatus.
http://www.sintiundroma.de
http://www.civilrightsprize.com

8 APRILE

Giornata internazionale dei Rom, anniversario della fondazione a Londra, nel 1971, della più grande organizzazione di Rom, l’International Romani Union, a conclusione del primo Congresso Mondiale che stabilì che la denominazione ufficiale del popolo romanì fosse “Rom”. Il nome "Rom", letteralmente "uomo", o "popolo degli uomini", include in sé tutte le comunità e gruppi etnici di origine romanì presenti nel mondo: Sinti, Manouches, Kalderash, Lovara, Romanìchél, Vlax, Domari, Nawar…. In occasione del Congresso, si scelse l'inno nazionale "Djelem djelem", composto nel 1969 da Zarko Jovanovic e la bandiera del popolo Rom: una ruota indiana rossa su sfondo per metà verde, a simboleggiare la terra coperta d'erba, ed azzurra per richiamare il cielo. In quel congresso si costituì la Romani Union, la prima organizzazione mondiale dei Rom, riconosciuta dall' ONU nel 1979.Oggi l’organizzazione è una Ong con status consultivo alle Nazioni Unite, ed è un membro fondatore del Forum Europeo dei Rom e viaggiatori (ERTF). Per avere una mappa delle iniziative e saperne di più 
http://www.unionromani.org
http://museodelviaggiorom.blogspot.it

BACCHETTATE ALL'ONU

Al convegno “Mediamente diversi” organizzato dall’Unar presso la Presidenza del Consiglio, che si è tenuto pochi giorni fa, Anastasia Crickley, del Comitato Cerd Onu ha detto: “Siamo molto preocupati che in Italia non abbiate un’istituzione indipendente a livello nazionale che opera sotto l’Onu. Non avete buoni meccanismi per misurare queste problematiche che colpiscono le minoranze. Nei media – ha aggiunto – rom, sinti e camminanti sono considerate persone per cui non si applicano le regole, i dati del censimento sono stati raccolti a volte in maniera discriminatoria e devono essere cancellati”. Il Vice-Presidente dell’ECRI (Commissione Europea contro il Razzismo e l’Intolleranza del Consiglio d’Europa), François Sant’Angelo, ha inoltre ricordato che i Rom non sono esplicitati come gruppo a rischio nella Carta di Roma per un codice etico dei giornalisti per un’informazione libera da pregiudizi. L’Unar, per la cui attivita è stato espresso da Cerd ed Ecri ampio apprezzamento, sta gia diffondendo sul territorio nazionale entrambi i rapporti redatti dai due organismi internazionali.
http://www2.ohchr.org/english/bodies/cerd/

FONDO DI SOLIDARIETA'

Un piano nazionale contro il razzismo e l’introduzione di sanzioni per le aziende che effettuano discriminazioni per finanziare un fondo di solidarietà per le vittime di discriminazioni etnico-razziali. Li ha annunciati Massimiliano Monnanni, direttore dell’Unar, Ufficio nazionale antidiscriminazioni, nel corso di “Mediamente Diversi”, un convegno europeo su giornalismo e immigrazione che si è tenuto a Roma il 2 e 3 aprile. “Per quanto riguarda i comportamenti discriminatori sui media, pur esistendo un divieto formale non esiste la sanzione – ha detto Monnanni – stiamo lavorando con il ministro Riccardi per sanzioni che servano a finanziare un fondo di solidarietà per le vittime di discriminazioni etnico – razziali”. Il piano sarà pronto nei mesi prossimi.
http://www.unar.it

MILANO

Circa 100 rom hanno perso tutto nell'incendio del campo irregolare di via Bonfadini a Milano scoppiato il 4 aprile che ha distrutto circa 40 baracche. L’accoglienza offerta dal Comune è stata rifiutata perché avrebbe comportato la separazione degli uomini dalle donne e dai bambini.
http://www.redattoresociale.it

APPUNTAMENTI

LE COSE CAMBIANO  

Alla Casa internazionale delle donne a Roma in via della Lungara, alle 18,30 del 12 aprile, per il ciclo di documentari Migranti a cura di ZaLab, si proietta “Magari le cose cambiano” (2009, Andrea Segre, fotografia di Luca Bigazzi, 63 min.). Dal cuore della borgata periferica, Sara e Neda ci conducono in una sorta di inchiesta spontanea sulle dinamiche di interesse e di potere che segnano le vite quotidiane di migliaia di cittadini come loro: quartieri costruiti senza servizi, senza collegamenti viari, senza luoghi di socialità, senza nessuna manutenzione.
http://www.casainternazionaledelledonne.org

PIOMBINO VISIONARIA  

Il Visionaria Film Festival Internazionale, che si terrà dal 14 al 21 aprile a Piombino, il 17 aprile avrà come evento speciale “Nema Problema, la Jugoslavia venti anni fa”, una giornata per ricordare lo scoppio, nel 1992, della guerra in ex Jugoslavia. L’evento prevede la proiezione di film inediti come “Bijelo Dugme” di Igor Stoimenov, ispirato alla storia del gruppo rock jugoslavo fondato da Goran Bregovic negli anni ‘70.
http://vimeo.com/39364445

STORIE DI ROM  

A Legano il 14 aprile, nell’ambito della festa Stranitalia 2012, si terrà l'incontro dal titolo "Oltre i luoghi comuni: storie di Rom", una serata dedicata alla cultura Rom con testimonianze, aperitivo e concerto. La serata inaugura inoltre la mostra "Ritratti di Rom", con dieci opere di Rebecca Covaciu (una delle quali "Madre Africa", realizzata a due mani con Roberto Malini per StranItalia: una nuova interazione fra i due artisti, come avvenne già in occasione del Festival d'Arte Moderna di Chandigarh, in India, nel 2009).
http://www.everyonegroup.com

MARATONA A ROMA  

Il 15 aprile a Roma la ventinovesima edizione di Vivicittà la corsa podistica organizzata da Uisp che quest’anno diventaVivifiume, la corsa del Tevere. Con una specificità: ci sarà una corsa nella corsa di 4 chilometri, non competitiva, a favore di un progetto di sostegno della Sporting Rom, la prima associazione sportiva affiliata all’Uisp interamente composta da ragazzi dei campi Rom di Roma. Parte del ricavato servirà per contribuire all'acquisto di un pulmino a 9 posti per accompagnare i ragazzi a fare attività sportive.
http://www.uisp.it

SGOMBERIAMOLI! SI FA IN TRE  

Tre appuntamenti di giornalismo sociale, in collaborazione con l’Unar, sui temi del razzismo in particolare nei confronti delle comunità Rom a metà aprile. A Milano, il 17 al teatro La cucina dell’ex ospedale Paolo Pini, dalle 9,30; a Roma il 18 alla Sala conferenze Porta Futuro e il 19 a Napoli, al Complesso monumentale S. Maria La Nova, sala antico refettorio. In ogni città il seminario verrà condotto da giornalisti, operatori, esperti. Gli eventi saranno trasmessi live via Twitter. L'hashtag verrà comunicato all'apertura dei lavori. Vi invitiamo intanto a seguire l'account di Redattore Sociale (@redattoresociale) per ogni aggiornamento. Per saperne di più
http://www.redattoresociale.it

RAZZISMO AL LAVORO  

Il 17 aprile alle 17,30 alla Libreria All’Arco, via Emilia Santo Stefano 3/d a Reggio Emilia, presentazione del libro Razzismo al lavoro. Il sistema della discriminazione sul lavoro, la cornice giuridica e gli strumenti di tutela” a cura di Marco Ferrero e Fabio Perocco (FrancoAngeli editore).

PIATTAFORMA FRA  

La riunione annuale della Piattaforma dei diritti fondamentali (Fra), l’Agenzia dell’Unione europea istituita nel 2007, si terrà il 19 e 20 aprile a Vienna.
http://fra.europa.eu/fraWebsite/home/home_en.htm
http://europa.eu/agencies/regulatory_agencies_bodies/policy_agencies/fra/index_it.htm

RITORNO A SARAJEVO  

Il 6 aprile è stato il ventesimo anniversario dell’assedio di Sarajevo, che causò circa 200.000 vittime e 2,7 milioni di rifugiati e sfollati nel più imponente esodo verificatosi in Europa dopo la seconda guerra mondiale. Per l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) la situazione di coloro che continuano a vivere da rifugiati e sfollati in questa parte d'Europa rappresenta una delle 5 situazioni prioritarie a livello globale. Se ne parlerà il 24 aprile a Sarajevo nel corso di una Conferenza internazionale dei donatori con l’obiettivo di raggiungere fino a 500 milioni di euro necessari per trovare soluzioni abitative per molti di coloro che sono ancora rifugiati o sfollati e rifugiati.
http://www.unhcr.it



 

  L'ISTISSS ha avuto l'incarico dall'UNAR- Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali e Punto di Contatto Nazionale per le strategie di inclusione dei Rom – di realizzare per due anni in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, con uno sguardo anche al resto del Paese e all’Europa, un servizio denominato "Strumenti di Informazione, Sensibilizzazione e Formazione per operatori pubblici" (PON "Governance ed Azioni di Sistema", FSE 2007-2013, Obiettivo Convergenza, Asse D "Pari opportunità e non discriminazione", Obiettivo Specifico 4.2 – Azione 6).

 La Rivista di servizio sociale
www.rivistadiserviziosociale.it/

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.