Le carceri italiane. Il Rapporto di Antigone

Malgrado l'indulto nelle carceri italiane ci sono ancora situazioni al limite.

 

Si abbassa la pressione nelle carceri italiane. Ma i problemi restano immutati 
La maggior parte degli oltre 22 mila detenuti che hanno beneficiato dell'indulto erano in carcere per condanne sotto i 3 anni; avrebbero potuto fruire di misure alternative, che invece continuano a non essere utilizzate. Il Rapporto di Antigone. 
Le carceri italiane? Un mosaico frastagliato ancora senza una linea omogenea di politica penitenziaria 

Fonte: Agenzia Redattore Sociale 13/11/2006

Share This Post

About Author: Istisss

L'Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS svolge fin dal 1960, su base associativa multiprofessionale, attività di studio, ricerca, intervento, sperimentazione di servizi e diffusione dei risultati, formazione ed aggiornamento, documentazione, convegnistica nei campi sociale e sanitario, di tempo libero e del turismo sociale. Attività finalizzate alla realizzazione di un quadro compiuto di solidarietà sociale.